• Americo Bottani

Prosegue la bella favola della nostra società

Prosegue la bella favola della nostra società. Ben una sessantina le ragazze e i ragazzi che, giornalmente, s’impegnano in duri allenamenti. Due nostri atleti sono stati selezionati per le nazionali U23 (Filippo Ammirati) e U19 (Neel Bianchi). Altri tre potrebbero entrare in linea di conto per la Coppa della gioventù (non facciamo nomi per scaramanzia). Tutto si deciderà in occasione del test promosso dalla Federremo che si terrà a metà giugno sul Rotsee. Ma, quest’anno, potrebbero esserci anche altre piacevoli sorprese.

Un plauso ai bravi allenatori: Paola e Livio e, naturalmente, a tutti i ragazzi per l’attitudine che dimostrano per cercare di migliorare il loro rendimento.

Intanto in questo fine settimana, a Duisburg, va in scena un’importante regata che vede impegnata la nostra nazionale maggiore, pressoché al gran completo, nonché gli U23, compreso il 4 senza comprendente il nostro Filippo. Non abbiamo avuto la possibilità di conversare con lui prima della partenza per la Germania. Sappiamo tuttavia che, sino al giorno della partenza da Lugano (mercoledì) si è allenato scrupolosamente per essere al via nelle migliori condizioni di forma. Per lui, Duisburg, rappresenta uno step di fondamentale importanza in proiezione dei Campionati mondiali, in programma a Sarasota-Bradenton (Florida) dal 24 al 28 agosto.

Il prossimo fine settimana ad Essen, andranno in scena i Campionati europei riservati alla categoria juniori che vedono in gara anche il doppio con Neel Bianchi e David Widmer del SC Sempach.

Abbiamo avuto il piacere di intrattenerci con Neel, mercoledì, al termine di una seduta di ergometro.

Neel come trovi l’ambiente in seno alla nazionale:

“Molto accogliente. Tutti sono determinati per fare sempre di più e meglio. Mi trovo molto bene anche con il mio compagno di barca”.

In quale lingua vi parlate?

“In tedesco. Per me rappresenta un’ottima opportunità per apprendere la lingua di Göthe”.

Come giudichi i risultati ottenuti ai recenti “internazionali” di Germania di Monaco?

"Tieni presente che, per noi, si è trattato del primo impatto ad alto livello. Pressoché tutti i nostri avversari, con un anno in più, potevano contare su una maggiore esperienza. Praticamente, con David, abbiamo vogato assieme solo a Corgeno e durante un solo fine settimana a Sarnen. Nelle gare di sabato, oltretutto, abbiamo dovuto gareggiare in condizioni di lago veramente difficili a causa del forte vento, conseguentemente il risultato è stato alquanto modesto”.

E domenica?

“È andata decisamente molto meglio. Abbiamo ricevuto i complimenti da Anne-Marie Howald. Abbiamo realizzato il secondo miglior tempo delle quattro serie in programma”.

Te l’aspettavi la selezione per Essen?

“Sono sincero. Dopo la gara di sabato, decisamente ero abbastanza deluso. Domenica, per contro, un pensiero l’avevo fatto”.

Quali sono le tue aspettative per questi Europei?

“Per me si tratta di un’ottima opportunità per acquisire nuove esperienze che mi torneranno utili il prossimo anno. Naturalmente con David cercheremo di impegnarci al massimo per non deludere chi ha creduto nelle nostre possibilità".

0 visualizzazioni

© 2019 by Club Canottieri Lugano